Progetto LEO
Categoria: Sviluppo Sociale e Culturale

Progetto LEO

Tag legate al progetto: ##Biourbanistica #Placemaking #Ambiente
Territorio interessato: Carpineto Romano

PROFILO AUTORE

Iscritto dal 16/03/2014

Creato da: Milena Clausi

Composto da: Antonio Caperna, Stefano Serafini, Angelica Fortuzzi, Guglielmo Minervino, Francesco Letteriello, Marco Fioretti

Aree di interesse: Biourbanistica, Ambiente, Neuroergonomia, AgopunturaUrbana, Biofilia, Placemaking, partecipazione

LA NOSTRA IDEA

Il progetto Leo nasce da un incontro e da una sintonia di pensiero e pratica fra l'associazione ISB e il Comune di Carpineto Romano, una città interessante dal punto di vista biourbanistico, perchè sposa le caratteristiche biofiliche del territorio ad uno spirito sociale positivo, laborioso, pronto a trasformare le difficoltà in opportunità. Ambizione del progetto è "la generazione di un nuovo modello di sviluppo territoriale" basato su principi biourbanistici e sulla forza di piccoli comuni"

OBIETTIVI E DESTINATARI

"Il progetto Leo" nasce con lo scopo di dare uno sviluppo sistemico all'economia di Carpineto Romano attraverso varie forme di "partecipazione". L'obiettivo specifico è il miglioramento della resilienza sociale ed economica della città, e di conseguenza della sua qualità di vita. I destinatari del progetto sono innanzitutto gli artigiani e i giovani con competenze tecniche e/o capacità creative. Particolare interesse è rivolto soprattutto a quelle fasce di popolazione definite "deboli".

PUNTI DI FORZA

Il modello si basa su principi della biorbanistica, quali costruzione di reti e relazioni pari-a-pari, la progettazione biofilica e le sue applicazioni, la pratica del placemaking, interventi di agopuntura urbana e service design urbano. Punti chiave: - peer to peer urbanism/rete paritaria - placemaking/produzione di luoghi - biourban acupuncture/agopuntura urbana - biofilia - partecipazione

RISULTATI ATTESI

- Sviluppo consistente del turismo M.I.C.E. e coordinamento sistemico. - Know-how e processo di apprendimento e aggiornamento continui. Sviluppo locale reale “dal basso” che tende all’indipendenza finanziaria, con ricaduta economica, culturale e sociale. Miglioramento della qualità di vita, della produttività, e dell’immagine della città. - Miglioramento della qualità di vita della città.

FASI PROGETTUALI

Macroazioni: 1. Rete Naturale Carpineto Eventi (M.I.C.E) 2. City catalyzer Start Box - Officina dell'arte e dei mestieri 3. Mobilità in comunità. La macroazione 2 ha inizio con l’istituzione di un “design lab cittadino” (Lab) teso a raccogliere competenze in ambito grafico, promozionale, informatico e di marketing, che aiuti l’intera città e gli imprenditori a promuovere se stessi.
16.03 alle 13:20
TERMINE DI CONSEGNA
Documenti fase 1

consegnato
16.03 alle 13:20
INIZIO FASE 1