DOMANDE E RISPOSTE

Per le categorie Energia e Smart communities possono partecipare Start up innovative e Micro, Piccole Imprese regolarmente iscritte al Registro delle imprese con sede nel territorio italiano, Team di persone fisiche (studenti e non) residenti in Italia e maggiorenni.

Per la categoria Sviluppo Sociale: Team di persone fisiche (studenti e non) residenti in Italia, Organizzazioni non profit che svolgono la propria attività da almeno 2 anni dalla data di invio della documentazione definitiva (progetto definitivo – 2° fase). Consultare il bando per avere maggiori dettagli sulle specifiche di partecipazione.

Leggi le specifiche per le organizzazioni non profit alla domanda n°20. 

No. Possono partecipare solamente i residenti in Italia (nel caso del Team di persone) e le organizzazioni (profit o non rientranti nei soggetti ammissibili riportati nel regolamento) con sede legale e operativa in Italia.

I progetti devono essere attinenti alle 3 categorie presenti nel bando (Energia, Sviluppo Sociale, Smart Communities). Tutti i progetti devono essere: innovativi, realizzabili nei tempi previsti dal regolamento, capaci di produrre un cambiamento reale e durevole nel tempo, economicamente/finanziariamente sostenibili e con il più basso impatto ambientale possibile, capaci di generare effetti positivi indiretti (es. indotto, effetti per la comunità, networking e sinergie), essere replicabili in altri contesti. I progetti devono realizzarsi in Italia.

Leggi le specifiche per le organizzazioni non profit alla domanda n°20. 

Per partecipare al Premio è necessario presentare una breve descrizione del progetto e del proprio team di lavoro. Il form da compilare prevede le seguenti voci: descrizione dell’idea, obiettivi, aspetti innovativi e punti di forza,  destinatari e bisogni, fasi progettuali (indicazione di massima delle macro fasi del progetto e dei tempi), risultati attesi. Sarà inoltre possibile allegare anche immagini e/o video a supporto del progetto.

Si consiglia di allegare già in questa fase, come documentazione di approfondimento, un budget di massima che indichi la dimensione economico finanziaria del progetto e di specificare le eventuali partecipazioni ad altri bandi e/o le eventuali altre forme di sponsorship e partnership attive e richieste.

Per quanto riguarda la prima fase del concorso, che vede la pubblicazione della propria idea progettuale, è possibile integrare la presentazione allegando documenti aggiuntivi visibili solo dagli incaricati della valutazione. Sono ammessi: 1 file pdf da 6 pagine (8 in caso includa prospetti economici di budget) e fino a 5 file riportanti grafici, disegni ecc..

Nella seconda fase tutta la documentazione e le informazioni relative al progetto saranno conoscibili solo dagli incaricati alla selezione e dai soggetti a supporto della preparazione del progetto definitivo.

Il premio prevede 3 fasi: 
Nella prima fase le idee verranno valutate da un Gruppo di valutatori (manager Edison e competenze esterne) e la short list derivante da questa fase di selezione dovrà essere approvata dal Comitato di Progetto prima della sua pubblicazione prevista per il giorno 30 aprile 2014. La valutazione avverrà in base a 4 criteri: Innovazione, Utilità, Fattibilità, Capacità di coinvolgimento della community on line. 

Alla seconda fase accederanno solo i 30 progetti che otterranno maggiori consensi nella precedente. Nella seconda fase i partecipanti dovranno presentare il progetto definitivo attraverso una scheda di presentazione apposita. I finalisti, per l’elaborazione del progetto, potranno usufruire degli strumenti di supporto messi a disposizione da un team di esperti. 

La terza fase prevede la selezione e la proclamazione di un vincitore per categoria che riceverà 100.000 euro per implementare il progetto nei tempi previsti dal Bando e avrà la possibilità di avere il supporto di alcuni esperti che metteranno a disposizione le proprie competenze.
I vincitori di ogni categoria riceveranno un premio pari a 100.000 euro (al lordo delle ritenute e delle imposte di legge) e la possibilità di usufruire, nell’anno dell’avvio del progetto, del supporto e della consulenza di alcuni esperti al fine di facilitare lo sviluppo dei progetti, nonché di un supporto in termini di promozione e networking. 

I progetti non vincitori, saranno ad ogni modo consultabili su edisonstart.it per favorire la loro visibilità e la possibilità che soggetti terzi si interessino alle iniziative. I finalisti non vincitori avranno inoltre la possibilità di beneficiare di alcune indicazioni da parte degli esperti che li avranno seguiti nella fase di preparazione del progetto definitivo da presentare.
Nella prima fase, l’idea iniziale sarà valutata da un Gruppo di selezionatori (manager Edison e competenze esterne) secondo 4 parametri che andranno a comporre un punteggio massimo di 100: Innovazione (0-30), Utilità (0-30), Fattibilità (0-30), Capacità di coinvolgimento della community (0-10). 

I progetti che accedono alla seconda fase saranno valutati dal Comitato di Progetto attraverso un punteggio specifico per ognuno dei parametri espressi nella seconda griglia di valutazione presente nel regolamento del bando e previa verifica dei requisiti di forma determinanti l’ammissibilità della proposta al Bando stesso.
 
Il punteggio sarà di massimo 100 punti totalizzabili ottenendo il massimo punteggio in ognuno dei seguenti parametri: innovatività (di prodotto o di processo) (max 10), Identificazione e valutazione della risposta ai bisogni (max 10), Piano di Investimenti (max 10) Piano finanziario e di gestione (max 10), Esperienza ed affidabilità del richiedente e/o di eventuali partner di progetto (max 10), Struttura Organizzativa (max 10), Reti di partecipazione (max 10), Attinenza agli standard in vigore in termini di risparmio energetico e rispetto dell’ambiente (max 10), Impatto sullo sviluppo di imprenditorialità femminile e giovanile (max 8), Scalabilità/replicabilità del progetto (max 4), Efficienza ed efficacia del sistema di monitoraggio del progetto proposto (max 8).
I progetti saranno valutati da un Gruppo di selezionatori dedicato e la selezione verrà approvata dal Comitato di Progetto, che inoltre valuta i progetti finalisti e seleziona il vincitore di ogni categoria, è composto da Direttori di Edison e supportato dal Centro di Ricerca ASK dell’Università Bocconi, e altri rappresentanti di Enti accreditati nel panorama di riferimento del Premio (l’elenco dei componenti sarà pubblicato entro l’inizio del contest previsto per il 13 gennaio 2014).
Sono esclusi tutti i progetti (fin dalla prima fase di presentazione delle idee) che dovessero riportare informazioni false, risultino incompleti, incoerenti rispetto ai contenuti del Bando, inviati oltre i termini previsti dal regolamento e/o in contrasto con lo stesso.
I Progetti dovranno essere rendicontati presentando: 
a. una relazione di progetto; 
b. un consuntivo che testimoni come è stato impiegato il premio monetario e i documenti a supporto richiesti. 
c. esempi di eventuali materiali di comunicazione realizzati riportanti il logo di Edison come previsto da regolamento; 
d. altri documenti che eventualmente potranno essere richiesti ai fini di una corretta e completa valutazione.

No. Il bando ha l’obiettivo di sostenere l’imprenditorialità innovativa (profit o non profit) diffusa e non di sostegno alla ricerca universitaria. Possono invece partecipare, in qualità di singoli, come Team di persone, anche appartenenti a Centri di Ricerca e Dipartimenti Universitari.

No. Al bando possono partecipare ALTERNATIVAMENTE Team di persone, Micro e Piccole Imprese, e organizzazioni non profit (secondo le definizioni riportate nel regolamento). I team di persone possono essere composti da categorie differenti (es: studenti e non studenti) purché i partecipanti siano maggiorenni.

E’ possibile invece che l’ente proponente sviluppi il progetto in collaborazione con altri partner.
In questo caso il soggetto proponente è il titolare del progetto e dovrà indicare nella descrizione del progetto (e più esaustivamente nei documenti di approfondimento) la rete creata e quindi i partner che lo affiancheranno e per quale funzione/output. I partner non divengono contitolari del progetto.

La sostituzione di uno dei membri del team durante la selezione è possibile solo nel caso in cui non si tratti del Capo progetto. 

È possibile, purché il progetto rispetti tutti i requisiti del bando, tra cui la capacità di rispondere ai bisogni individuati e la sostenibilità nel medio e lungo periodo.

Considerando che uno dei criteri per la selezione riguarda la capacità di rendere il progetto sostenibile anche nel medio e lungo periodo, l’attività di fundraising mirata alla creazione di un sistema di supporto al progetto è sicuramente un elemento di valore aggiunto.

È consigliabile specificare già nella prima fase di presentazione dell’idea eventuali partecipazioni ad altri bandi, richieste di partnership o sponsorship presentate o attive.

Si ricorda che il Premio monetario erogato da Edison in caso di vincita dovrà coprire costi non compresi nella quota di budget eventualmente coperta da altri soggetti.

Sì, purché l’eventuale premio economico derivante dalla vincita del presente bando venga destinato al sostegno della dimensione innovativa del progetto rispetto alla situazione di partenza.

Potranno quindi partecipare quei progetti, per esempio, già avviati in altri contesti, in un’ottica di “valorizzazione di best practice” o eventualmente già avviati anche nello stesso territorio, ma che si distinguano dalla progettualità di partenza per dimensioni, output e/o bisogni/destinatari a cui ci si rivolge. (scalabilità).

Sono ammissibili i costi riguardanti:

personale strutturato e non
consulenze esterne
strutture e strumentazioni (acquisto, affitto, leasing, ristrutturazione)
forniture varie di beni e servizi
marketing e comunicazione
spese per trasferte e ospitalità in misura al massimo pari al al 10% del totale dell’importo erogato da Edison.

Tutti i costi dovranno essere adeguatamente documentati in fase di rendicontazione.

 

Sono ammissibili solo quei costi effettivamente derivanti dal progetto presentato e riguardanti il periodo di sviluppo del progetto dal suo avvio per il primo anno.

Sono altresì ammissibili gli eventuali costi maturati nella fase di progettazione esecutiva (2° fase riservata ai 30 finalisti), come gli eventuali costi per viaggi e trasferte al fine di beneficiare del supporto degli esperti

Sì. Nel caso in cui il totale dei costi superi il valore eventualmente erogato da Edison sarà necessario che gli ulteriori costi siano coperti da altre fonti quali:

risorse proprie
sponsorizzazioni
altri contributi

Nella prima fase di presentazione dell’idea progettuale, si consiglia di definire il volume del fabbisogno finanziario che il progetto si ritiene generi.
I finalisti saranno affiancati da alcuni esperti per definire il piano di copertura del fabbisogno finanziario per l’avvio del progetto ed il suo proseguo al fine di divenire sostenibile.

Non sono ammessi a partecipare al presente bando enti con fini di lucro o imprese di qualsiasi natura, ad eccezione delle imprese sociali e delle cooperative sociali (art. 3, comma 2, D. Lgs n. 153/99).
L’assenza dello scopo di lucro deve risultare dalla presenza, nello statuto, di una regolamentazione che, nel suo complesso:

a)      vieti la distribuzione, diretta e indiretta, di utili, avanzi di gestione, fondi e riserve in favore di amministratori, soci, partecipanti, lavoratori o collaboratori;

b)      disponga la destinazione di utili e avanzi di gestione allo svolgimento dell’attività statutaria o all’incremento del patrimonio;

c)       preveda la destinazione dell’eventuale attivo risultante dalla liquidazione a fini di pubblica utilità o ad altre organizzazioni prive di scopo di lucro.

Si ritiene che non perseguano finalità di lucro le organizzazioni, le cooperative sociali e le imprese sociali esemplificativamente elencate nell’art. 4, nota 4, del Regolamento del Premio.

No. Ogni individuo può prender parte ad un solo progetto. Non solo considerando i team di persone, ma anche con riferimento all’eventuale partecipazione a più start up partecipanti o a più micro/piccole imprese e organizzazioni non profit partecipanti al Premio.